Pubblicato da: G.F. | 6 maggio 2008

Ancora costruzione visiva


Qualche settimana fa ho fatto un giro in centro col blocchetto, poco tempo purtroppo, però guardando bene, qualcosa si scova…

Uomo al caffè (già mi piace l’idea di un uomo al caffè 😉 scusate, mi sono distratto!) dicevamo…

Uomo al caffè, stampa cinese sulla giacca. Decorazione improbabile.

“ARGENTERIE” vetrina blindata inaccessibile, muro impenetrabile.

Papà carrozzina-carrello della spesa: bimbo necessario per giustificare il mezzo?

Sabato mattina, shopping del weekend: gratificazione a due passi.

Turisti a Torino: presenze insolite sguardi curiosi: chi guarda chi?

Nel cortile l’ala del palazzo strappata via, amputata.

Il padrone della pizzeria, gessatosciarpa, controlla, spia ciò che scrivo

L’auto sonoropulsante, nero chiuso e sguardo di sfida.

Panchina di pietra due ragazzi: pene d’amore? lo sguardo è nel vuoto.

Uscita di sicurezza: ingresso impossibile.

Sabato mattina tutti belli, le scarpe d’oro.

Mi chiudo nella mente e sento la mia voce, la percezione delle cose. Togliere il giudizio (coscienza) e lasciare andare il proprio sguardo e la propria voce.
La voce ti racconta ciò che vedi, rendendo parola le sensazioni, usando parole libere/impressioni reali, non spiegazioni razionali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: